Comprare casa: oggi siamo disposti a spendere di più.

Quanto possono spendere gli italiani nell’acquisto della loro casa? Ecco quanto sono disposti ad investire gli acquirenti.

gli italiani spendono di più per comprare casa

Che nel nostro Paese l’acquisto della casa sia una priorità è un dato ormai accertato da tempo.

Abbiamo già parlato qui sul blog di Alternativa Immobiliare del fatto che la casa riveste un significato profondo per gli italiani, nella maggior parte dei casi disposti a ripiegare sull’affitto solo come soluzione temporanea o spinti da esigenze momentanee, ma pronti a fare sacrifici per coronare al più presto il sogno di diventare proprietari della loro abitazione.

Siamo un popolo di “proprietari”: la percentuale di chi abita in una casa di proprietà sfiora l’80% ed è molto più elevata rispetto alla media europea.

Dunque la casa resta il desiderio primario nel nostro Paese e, secondo i dati relativi ai primi 6 mesi del 2019, per realizzarlo gli acquirenti spendono di più rispetto al passato.

Infatti la disponibilità di spesa dei potenziali compratori è aumentata.

Sale in media la percentuale di chi destina un capitale più elevato all’acquisto della casa e la maggiore concentrazione della disponibilità di spesa è nella fascia più bassa, fino a 119 mila euro (26,9%), seguita con il 23,6% dalla fascia tra 120 e 169 mila euro ed il 22,1% compresa tra 170 a 249 mila euro.

Rappresentano casi a sé le maggiori città italiane, Roma e Milano, nelle quali la maggioranza delle richieste riguarda immobili dal valore compreso tra 250 e 349 mila euro (24,2% e 24% rispettivamente).

Si discostano dalla media nazionale anche Firenze e Bari, dove c’è una maggiore concentrazione della fascia compresa tra 170 e 249 mila euro (36,3% e 27,2%), e Bologna dove il maggior numero di richieste si rileva nella fascia compresa tra i 120 e 169 mila euro (31,5%).

Invece nel resto delle grandi città (Genova, Napoli, Palermo, Torino e Verona) il capitale destinato all’acquisto di una casa resta concentrato nella fascia di spesa inferiore a 120 mila euro.

Questi cambiamenti sono in linea con il trend che sta intraprendendo il mercato immobiliare.

Infatti l’aumento della percentuale di chi investe un capitale più elevato all’acquisto della casa è l’effetto della ripresa dei prezzi che sta interessando alcune grandi città e, soprattutto, del mantenimento di condizioni di mutuo particolarmente vantaggiosi da parte delle banche.

I tassi di interesse convenienti come mai prima d’ora e la maggiore disponibilità degli istituti di credito ad accogliere le domande di mutuo hanno sicuramente contribuito ad alzare il numero di transazioni del settore residenziale e ad incoraggiare gli acquirenti a chiedere importi maggiori alle banche.

Tutto ciò concorre allo sviluppo del mercato immobiliare, che riveste un’importanza fondamentale per il buon andamento dell’intera economia del Paese.

Stai pensando di comprare casa?

Tra le prime cose che devi fare per organizzare la tua ricerca c’è sicuramente la definizione del tuo budget.

Rivolgendoti ad un’Agenzia esperta ed affidabile come Alternativa Immobiliare avrai un quadro definito delle spese legate alla compravendita e potrai contare su un professionista che individuerà le migliori soluzioni per te occupandosi di gestire ogni aspetto della tua operazione.

Contatta subito l’Agenzia Immobiliare Alternativa per saperne di più!

Ti aspettiamo.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *